Gli Svedesi sono una delle più antiche minoranze presenti in Estonia, perlopiù concentrate nelle coste settentrionali e occidentali del paese, nelle isole minori e sulla penisola di Noarootsi. 

La maggior parte di loro tornarono in Svezia durante l'occupazione sovietica e dopo la Seconda guerra mondiale, tuttavia oggi, nelle regioni dove lo svedese si parla ancora, gli abitanti stanno tornando a raggrupparsi in comunità e a resuscitare tradizioni ormai dimenticate. 

Gli Svedesi giunsero intorno al XIII secolo, prima quindi che le guerre di Livonia determinassero il controllo svedese dell'l'Estonia.

  • Nel 1583 il nord e l'ovest dell'Estonia furono conquistati dagli Svedesi.
  • Nel1629 l'Estonia passa sotto il controllo svedese. Questo periodo in Estonia è ricordato come l'età dell'oro svedese, dal momento che significò sostanziali benefici e regolamentazioni per i contadini estoni. Segnò inoltre l'inizio di riforme in tema di educazione e dell'evoluzione della lingua scritta estone.

Città e villaggi dell'Estonia occidentale e delle isole costiere - ad esempio Vormsi -  hanno spesso nomi che suonano svedesi: Hosby, Einbi, Österby... erano infatti insediamenti dei cosiddetti ‘rannarootslased’, gli Estoni-svedesi o Svedesi delle coste.

La figura più nota del periodo svedese è il re Gustavo II Adolfo di Svezia - celebre per le sue numerose vittorie militari, per il suo coinvolgimento nella Guerra dei trent'anni e per la fondazione dell'Università di Tartu.

In una recente ricerca si attesta che gli estoni siano il popolo meno religioso del mondo, tuttavia la chiesa ha avuto un certo impatto anche in Estonia. Dal momento che gli Svedesi erano protestanti, altrettanto divennero gli Estoni. Oggi la maggior parte delle chiese estoni sono di corrente luterana. 

Osserva e conosci la storia svedese a...

University of Tartu building, situated in Tartu’s Old Town.

Ginnasio Gustavo Adolfo, uno dei più antichi licei d'Europa in attività, sito in un vecchio monastero nel centro storico di Tallinn, tra una chiesa ortodossa e il municipio medievale.

Isola di Kihnu, chiamata anche ‘il faro dell'equità tra generi’, e la penisola di Noarootsi, con la sua lingua e architettura di origini svedesi.

Haapsalu, città situata nel Läänemaa – destinazione perfetta per mettersi sulle tracce degli Svedesi delle coste e della loro cultura.