In rilievo fra i paesaggi estoni, si contano:

  • foreste diversificate, che coprono oltre il 50% del territorio nazionale;
  • paludi e pantanimisteriosi e primordiali;
  • oltre 1.500 isole e isolottidi cui sono popolate neanche una ventina – il resto appartiene tutto agli animali e sono il regno degli uccelli;
  • circa 3.800 km di costa frastagliata, dove sabbia, pietre, canneti, pianure fangose e dirupi si alternano, in un paesaggio che attrae non solo turisti ma anche e soprattutto innumerevoli specie di uccelli migratori e nidificanti;
  • oltre 1.500 laghi naturali, di varie dimensioni;
  • dirupi calcarei e il caratteristico klint baltico nell'Estonia settentrionale; al meridione, si trovano invece pittoresche collinette, plasmate dal ghiacciaio continentale;
  • i fiumi della zona sud est dell'Estonia, delimitati da suggestivi affioramenti arenarici;
  • comunità semi-naturali, sviluppatesi come risultato della centenaria escoriazione e mietitura che hanno già fatto guadagnare record mondiali al paese, in quanto a biodiversità;
  • incantevoli fiumi dalla rotta sinuosa, si trasformano in brevi rapide o sontuose cascate al nord del paese. Quando gelano in inverno, le formazioni ghiacciate creano delle pittoresche caverne, una delizia per gli occhi dei visitatori.
Il popolo estone ha sempre convissuto con la natura: un paese piccolo in estensione ma che ospita una grande varietà di vita selvaggia. Ogni stagione ha i suoi caratteristici colori e il suo aspetto peculiare. Non perdete l'occasione di conoscere l’Estonia e tutte le sue meraviglie.