Il Parco nazionale di Lahemaa sulla costa settentrionale dell’Estonia per la sua eterogeneità, offre dei paesaggi naturali e culturali caratteristici dell’Estonia. Qui potrete trovare spiagge di sabbia e pietre alternate a piccole penisole e pittoresche paludi, le comunità vegetali particolari dei cosiddetti “alvar”, i torrenti impetuosi e i monumenti geologici, storici e architettonici. Lahemaa è una delle zone forestali protette più importanti d’Europa e offre un’ambiente vitale perfetto per moltissimi grandi mammiferi che qui vi dimorano. Sono degni di nota anche i quattro complessi dei manieri di campagna di Lahemaa.

Il Parco nazionale di Matsalu, nell’Estonia occidentale, è un importante luogo di sosta e nutrizione per gli uccelli migratori nel loro viaggio tra l’Artico e l’Europa occidentale. Un’eccezionale varietà di specie ornitologiche si ferma e fa il nido nelle acque basse o sui prati ed i pascoli della costa. Matsalu è un vero paradiso per gli amanti del birdwatching.

Il Parco nazionale di Soomaa, nell’Estonia centrale, è ricco di paludi e pantani tra le quali si diramano lenti torrenti. È il luogo ideale per escursioni nelle paludi e giri in canoa. Il periodo più interessante a Soomaa è la cosidetta “quinta stagione” quando i boschi, le strade e perfino i cortili delle case vengono inondati. Durante questa stagione una vasta area del parco può essere attraversata esclusivamente in barca.

Il Parco nazionale di Vilsandi sulla costa occidentale dell’isola di Saaremaa, ammalierà gli amanti del mare. Foche, dune di sabbia, uccelli e orchidee sono le affascinanti attrazioni di questo parco. Vilsandi ospita il più vasto luogo di sosta delle foche grigie in Estonia ed è un paradiso per gli uccelli marini. Anche le terrazze di pietra calcarea e i loro numerosi fossili aspettano di essere scoperti.

Le colline del Parco nazionale di Karula nell’Estonia meridionale, si sono formate in seguito allo scioglimento irregolare dei ghiacci continentali. Queste colline ricoperte di foreste, campi e prati nascondo una quarantina di laghi.

I paesaggi culturali conferiscono un valore aggiuntivo a Karula. È uno dei più piccoli parchi nazionali in Estonia ed i suoi residenti sono molto legati alla terra e alla natura.

Tra le più conosciute aree protette dell’Estonia troviamo l’Area per la conservazione del paesaggio di Kõrvemaacon le sue vaste foreste che si alternano alle suggestive paludi; La Riserva naturale di Endla con le sue numerose paludi e fonti; ed il Grande acquitrino del fiume Emajõgi, presso il lago Peipus, il più esteso acquitrino della foce di un fiume estone.

Cosa molto importante da sapere è che: in Estonia siete liberi di vagabondare dall’alba al tramonto su terreni privati per ammirare siti naturali protetti. Lo garantisce il cosidetto “diritto di tutti” stabilito dalla Legge sulla conservazione della natura.