Kihnu è la più grande isola nel Golfo di Riga e la settima isola maggiore dell'Estonia. Insieme alle isole vicine forma il Distretto di Kihnu, il più piccolo municipio del territorio estone.

La prima citazione dell'Isola (con il nome di Kyne) risale al 1386, mentre il suo popolo fu menzionato solo dal 1518 in poi. Le tracce dell'insediamento di cacciatori di balene e pescatori vantano un'antichità di oltre 3.000 anni.

La tradizione marinara è tanto antica quanto presente. Con il sesso forte votato ai mari, le donne hanno sempre governato l'isola, occupandosi anche della conservazione del suo patrimonio culturaleartigianato, danze, giochi e musica. A differenza degli uomini, le donne indossano i loro costumi tradizionali anche nel quotidiano: non sorprendetevi di vedere qualche anziana signora in costume tradizionale, in sella a una moto o al volante di un trattore!

L'Isola di Kihnu è pronta a incuriosire chiunque, in particolar modo gli appassionati della cultura e delle tradizioni o gli amanti della natura e del quieto vivere.

I rituali matrimoniali tipici dell'Isola di Kihnu sono stati eletti dall'UNESCO fra i Capolavori del Patrimonio orale e immateriale dell'Umanità.

Una visita a Kihnu durante le principali festività dell'anno, come il Natale, il Midsummer e la festa di Santa Caterina è un'ottima occasione per entrare a contatto con delle celebrazioni tipiche, all'insegna della tradizione e della genuinità. In tutti gli altri giorni dell'anno, è una meta perfetta per gli amanti del trekking delle esplorazioni e delle camminate, della bicicletta o della pesca. E in un momento di relax, è anche possibile fare conoscenza degli abitanti dell’isola, persone davvero molto amichevoli.

Prendetevi qualche giorno per visitare l'isola e scoprirne la storia, i paesaggi e le tradizioni; se desiderate una sosta più autentica e particolare nel vostro tour costiero.

Kihnu è anche un'eccellente meta per lo shopping.