Con una superficie di appena 198 km², Muhu è la terza isola maggiore estone nel Mar Baltico. Nonostante sia più isolata rispetto alle isole maggiori Saaremaa e Hiiumaa, è facilmente raggiungibile.

Infatti, è collegata alla terra ferma dai traghetti che portano a Virtsu e all'Isola di Saaremaa, da un terrapieno artificiale, il Väinatamm. In inverno, le temperature sono così basse che fra l'isola e la terraferma si forma una vera e propria strada di ghiaccio!

Il paesaggio di Muhu è considerato fra i più tipici dell'Estonia, con i suoi mulini a vento in legn funzionanti, le capanne dal tetto di paglia e i silenziosi villaggi di pescatori. La fauna locale vanta la presenza di volpi, cervi, alci e una grande varietà di uccelli, fra cui ben tre coppie di rare e maestose aquile di mare.

La chiesa di Santa Caterina è una delle più antiche in Estonia e la sua importanza si deve alla presenza di pietre tombali trapezoidali, decorate con simboli pagani. La più interessante fra esse è quella che raffigura l'Albero della Vita.

Nel corso dei secoli, Muhu si è sviluppata al passo con i tempi, pur mantenendo vive tradizioni che sono ben conosciute anche nell'Estonia continentale: le decorazioni e i ricami di Muhu sono una sofisticata espressione di arte popolare, così come i souvenir realizzati usando il nobile legno di ginepro.                 

Durante il midsummer (il 23 Giugno, giorno di San Giovanni o Jaanipäev), si svolge un festival di musica Jazz, al quale prendono parte artisti di fama internazionale e dove si riuniscono appassionati di Jazz non solo locali, ma anche di altri Paesi.

Muhu è la meta di vacanza ideale per coloro che apprezzano la natura e la cultura o per chi cerca un relax raffinatoin un contesto di quiete e tranquillità dove si possono inoltre praticare la pesca, passeggiate a cavallo, escursioni, nuoto e campeggio.

 

Le isole di Saaremaa e Hiiumaa sono così vicine, che vale proprio la pena visitarle!