Se vi trovate in quel di Tallinn e siete in cerca di una gita fuori porta diversa dalla norma… l’isola di Aegna è ciò che fa per voi. Non fatevi ingannare dalle sue dimensioni ridotte (3 km²), per esplorarla come si deve mettete in conto un’intera giornata.

Tre sentieri ben segnalati – il più lungo misura 6,5 chilometri – vi consegneranno le chiavi d’accesso a un’isola tra le più interessanti del paese, sotto molti punti di vista, la cui storia comincia molto, molto tempo fa.

Abitata a partire dal XV secolo, l’isola fu contesa per secoli: pirati, Svedesi, lo Zar di Russia, la città di Tallinn: sull’isola di Aegna in tanti vollero piantare la propria bandiera nel corso dei secoli, e i suoi abitanti furono costretti più di una volta ad abbandonarla loro malgrado. In epoca sovietica, l’accesso all’isola, fu reso come da copione assai limitato, e solo dal 1991 Aegna è tornata pienamente visitabile.

Se siete tipi da spiaggia recatevi a nord, dove la striscia sabbiosa che contorna l’isola si concederà volentieri al vostro desiderio di relax. Se vi stuzzica l’avventura, allora sappiate che nel 1914 fu costruita un’imponente batteria di cannoni, bunker e una ferrovia a scartamento ridotto: pronti all’esplorazione?

Se invece siete a caccia di misteri… vi attende un antico labirinto formato da 960 pietre. Gli archeologi si sono a lungo spremuti le meningi sulle sue origini, e i più concordano sia databile al XVII secolo, quando a dominare l’area furono gli Svedesi. Tra le ipotesi più gettonate, quella che servisse per riti magici e propiziatori…

Vi siete incuriositi? Allora non vi resta che salire a bordo della nave che da maggio a ottobre collega Tallinn con Aegna: un’ora di navigazione sul Baltico e sarete a destinazione! E qualora vi ritrovaste innamorati di Aegna… potrete approfittare delle guest house presenti sull’isola e trascorrervi ben più di una giornata.