Approcciando le isole Pakri sarete sovrastati dalle loro scogliere d'ardesia, capaci di raggiungere anche i tredici metri d'altezza, e sopra le vostre teste sfrecceranno cinguettando le tante specie di uccelli che abitano in quest'angolo di Estonia. 

Le due isole e il tratto di mare che le separa formano la Riserva paesaggistica di Pakri e sono ricche di massi erratici figli dell'ultima era glaciale. Il più grande di essi raggiunge la bellezza di oltre 21 metri di circonferenza! Su entrambe le isole sono presenti sentieri escursionistici ben segnalati che vi porteranno fino ai punti più spettacolari che le Pakri sono in grado di offrire. 

Durante l'epoca sovietica le isole di Pakri erano completamente militarizzate, in quanto siti per testare le bombe: guardatevi intorno e ne scoprirete ancora oggi le tracce. Tuttavia, è bene prestare attenzione: ciò che rimane delle installazioni militari non è in condizioni ottimali, e si raccomanda dunque, per ragioni di sicurezza, di non entrarvi. 

Numerose operazioni di bonifica sono state eseguite sull'isola di Suur-Pakri, ma vengono tutt'ora scoperte, di tanto in tanto, delle mine sotterrate nel terreno o nelle acque circostanti. Per questa ragione si raccomanda ai visitatori di rimanere nelle zone costiere, senza avventurarsi nell'interno, qualora l'esplorazione dell'isola avvenisse senza avvalersi di una guida. Ugualmente si sconsiglia l'accensione di fuochi sull'isola. 

Diversa la situazione su Väike-Pakri, dove la bonifica è ormai ultimata e i visitatori sono dunque più liberi di muoversi lungo strade e sentieri, così come è possibile accamparsi nelle aree segnalate. 

Raggiungere le isole Pakri 

Non esiste un collegamento regolare tra la terraferma e le isole Pakri, ma recandosi al porto di Kurkse
sarà possibile organizzare una gita in canoa con guide professioniste, o un più tradizionale transfer in barca.

Raccomandazioni per i visitatori delle isole Pakri 

Sull'isola non sono presenti negozi o punti di ristoro, è quindi necessario portate con sé cibo e bevande.