• La Finlandia è raggiungibile con una breve traversata marittima di soli 80 km.
  • Da Helsinki (Finlandia) e Stoccolma ci sono linee regolari di traghetti per Tallinn.
  • L’Estonia fa parte dell’area Schengen, per cui le frontiere con il resto d’Europa sono aperte.
  • Cittadini britannici, statunitensi, canadesi e australiani non hanno bisogno del visto per visitare l’Estonia.
  • L’aeroporto Lennart Meri, che porta il nome di uno degli ultimi presidenti estoni, offre voli diretti per diverse destinazioni in tutta Europa.
  • L’Estonia ha solo 1.3 milioni di abitanti ma una superficie più vasta della Danimarca e dell’Olanda.
  • Imparare la lingua estone è un vero incubo...
  • Nel settore del turismo tutti parlano un buon inglese e spesso anche il tedesco, il finlandese, il russo e lo svedese!
  • L’Estonia è stata occupata per decenni dall’Unione Sovietica ma il Paese si considera maggiormente influenzato dal gusto e dalle tradizioni nordiche – una versione rivisitata della Scandinavia, con i suoi tratti speciali.
  • Le occupazioni tedesca, svedese e russa hanno influenzato nell’architettura delle cattedrali, nelle vie di acciottolato, nello stile di ville e palazzi.
  • Ottimo cibo si trova pressoché ovunque e qui, “se amate le sensazioni forti” potrete provare anche l’orso marinato!
  • Fa molto freddo in inverno ma è il periodo in cui si può godere di un sacco di bellissima neve e vivere appieno l’atmosfera incantata dell’inverno!
  • No, non ci sono orsi polari in Estonia!
  • Non ci sono ingorghi ne traffico nelle strade.
  • I catarifrangenti sono obbligatori per pedoni e ciclisti in tutte le stagioni!
  • Quasi il 50% della superficie dell’Estonia è ricoperta da foreste.
  • Tallinn è la nostra capitale medievale e la città più grande, con una popolazione di circa 400.000 abitanti.
  • Nel 2011 Tallinn è stata la Capitale Europea della Cultura.
  • Tartu è, con i suoi 100.000 abitanti, la nostra giovane e spumeggiante, ma anche eterna, città universitaria.
  • L’Estonia comprende più di 1.500 isole.