Sarebbe un peccato viaggiare per l'Estonia senza concedersi fermate intermedie per visitare i tanti luoghi che si trovano sulla vostra strada: se decidete di fare una piccola sosta in qualsiasi luogo, potrete ripartire entro massimo 4 ore.

Ricordatevi di effettuare le vostre prenotazioni alberghiere in anticipo, se viaggiate in estate, il “tutto esaurito” si verifica spesso e volentieri. Una prenotazione dell'ultima ora è possibile, ma la sistemazione potrebbe avere un rapporto qualità-prezzo inferiore. 

Viaggiate pure dove volete, in lungo e in largo: troverete alloggi di buon livello un po' ovunque, e di frequente potrete scegliere anche hotel più raffinati, ma non per questo esageratamente costosi. E non dimenticate che si può pernottare facilmente sia in campagna sia in città: numerose fattorie e castelli sono stati convertiti in hotel e SPA, e offrono un modo alternativo e originale di fare vacanza, più calmo e rilassato.

Il modo più semplice di viaggiare in Estonia è in pullman o in auto: mappe e stradari sono ovunque facilmente reperibili. Esistono anche molte guide e libri che suggeriscono itinerari in base al tempo che avete a disposizione. Due settimane sono sufficienti per visitare le città più importanti, la campagna e le isole principali.

Se in Italia si dice che tutte le strade portano a Roma, in Estonia si dice che tutte le strade portano a Tallinn, la meravigliosa capitale medievale. Quasi tutti i tour turistici passano per questa città, dal suo porto o dal suo aeroporto, il Lennart Meri.

Ricapitolando... ecco e opzioni disponibili per spostarvi in Estonia: